Pages

martedì 6 dicembre 2011

Meglio sapere o far finta di niente?


Oggi volevo parlarvi di due prodotti famosissimi tra noi "bloggers" che anche io ho provato consumando intere confezioni. Mi è venuta voglia di parlarvene perchè ho letto opinioni contrastanti riguardo la loro efficacia e mi interessava confrontami con voi. Io li ho usati entrambi e mi ci sono trovata bene, nel senso che entrambi fanno il loro lavoro: struccano togliendo anche il trucco più duro. La cosa che mi fa un pò schifo, ad essere onesta, è la loro composizione. Sia chiaro che io non sono una bio-addicted e l'inci mi tocca relativamente nel senso che se un prodotto è buono, difficilmente mi faccio condizionare dal suo inci. Ma in questi due casi è davvero scandaloso e vi giuro che la cosa mi ha un pò fatto riflettere. Chissà quante cose ci mettiamo addosso dicendo "Ma sì...tutti hanno siliconi...le commercializzano, non possono essere così nocive" e in realtà ci spalmiano schifezze che tappano per bene i nostri pori o peggio danneggiano l'epidermide. Il costo che hanno questi due prodotti dovrebbe farci alzare il sopracciglio. Un prodotto a 1,39€ generalmente non può essere "eccezionale"...io come consumatrice sento puzza di bruciato, nessuno ti regala niente.
Ma passiamo agli inci. Da "non addetta ai lavori" ho recuperato una lettura inci del biodizionario che possa essere compresa da tutti.


Questo primo inci è dello Struccante Bifasico Fior di Magnolia. Non so se avete notato ma i siliconi sono in quantità maggiore dell'acqua in questo prodotto! O_o Sarà uno struccante che funziona ma a quale costo per noi? Ma eccovi anche l'altro inci, quello dello Struccante bifasico Yves Rocher.


Io non sono una fanatica dell'INCI, lo ribadisco, ma di fronte a casi così eclatanti mi fermo a riflettere un pò e sicuramente farò più attenzione quando viene il momento di acquistare prodotti nuovi. Non è detto che per struccare efficacemente serva spalmarsi in faccia acqua ragia o alchool puro, si può ovviare con prodotti magari unti ma passabili. Io mi trovo bene con il Non ti scordar di me di Lush che, nonostante sia un brand che non produce tutti prodotti con inci "verdi", con questo in particolare si è impegnato ^-^ unge (questo sì) ma struccherebbe anche l'inchiostro! ^-^ Questo il suo inci:


 Fatemi sapere cosa ne pensate
Un abbraccio


V

7 commenti:

Fran ha detto...

mi scandalizza di più quello di yves rocher che si vanta di essere una marca verde e bio.. -.-' oltre al fatto che costa un bel po' di più di quello dell'eurospin se non erro...

veronica ha detto...

@fran: guarda quello dell'Yves Rocher costa attorno ai 5/6€...e a paragone con il fior di magnolia non strucca così bene. Voglio dire, nocivi entrambi ma almeno quello dell'Eurospin strucca bene.

Fran ha detto...

appunto cosa dico.. personalmente AMO il fior di magnolia.. u_u sarà acquaragia ma non mi brucia, non mi da problemi nè niente :p

lu beautylove ha detto...

...io non sono rigorosissima in materia...ultimamente faccio un pò più di attenzione agli inci...io uso da un pò il bifacil di lancome...mi trovo bene...ma l'inci non l'ho guardato...però immagino non sia ottimo!!!
...ciaooo...lu!!!

Parola di Ele ha detto...

Ciao sono una nuova iscritta! Mi piace tanto il tuo blog, è molto accogliente:)
Io ho usato per tanto tempo il Fior di Magnolia e debbo dire che effettivamente strucca, però quando ho iniziato a capire qualcosa degli inci ho iniziato a struccarmi con un composto: 2\3 acqua e 1\3 olio extra vergine di oliva. Strucca benissimo! Unge, ma più naturale di cosi si muore! un bacio!

http://paroladiele.blogspot.com/

veronica ha detto...

Ciao Ele! Grazie per esserti unita a questo gruppetto di amiche ;) benvenuta!
Sai che proverò a "confezionarmi" questo struccante homemade 100% bio...effettivamente ungerà ma da l'idea di essere suuuper efficace ;) un bacio

Profumissima ha detto...

Personalmente, fatico a far riferimento al Biodizionario: è comunque l'espressione di una sola voce (non è la Bibbia, insomma) e non credo che basti scandagliare all'interno di un INCI per capire se un prodotto è efficace o no. Lo so che la mia è un'opinione impopolare, ma è anche la combinazione degli ingredienti, e la percentuale precisa in cui essi sono presenti, a fare di un prodotto un buon prodotto. Io non ho fatto studi di settore e non me la sento di fare le pulci agli INCI. Li guardo per vedere se un cosmetico contiene ingredienti che so per esperienza di non tollerare: ad esempio, ormai sono consapevole del fatto che i petrolati sul viso a me personalmente fanno venire i brufoli, mentre ad una mia amica non fanno nemmeno un baffo. Ovviamente, però, ognuno ha le proprie convinzioni ed è giusto che sia così.

Posta un commento